Privacy Policy

Detrazione fiscale al 65%

 In Articoli

Ancora poco tempo a disposizione per usufruire dell’Ecobonus 2018. Affrettati!

Scade il 31 dicembre la possibilità di richiedere l’Ecobonus 2018 per avere la detrazione per i lavori di risparmio energetico, su edifici (o su parti di essi) esistenti.

Ricordiamo che gli incentivi possono essere richiesti da tutti i contribuenti che eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti. Consistono nella possibilità di detrarre una parte delle spese sostenute per i lavori, dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) o dall’imposta sul reddito delle società (Ires). In particolare, i titolari di reddito d’impresa possono fruire della detrazione solo con riferimento ai fabbricati strumentali utilizzati nell’esercizio dell’attività imprenditoriale. Tra chi può richiedere l’agevolazione ci sono, oltre i proprietari, anche i condòmini, gli inquilini e i comodatari.

Per la maggior parte di questi interventi la legge 205/2017 (legge di bilancio 2018) ha prorogato la detrazione, nella misura del 65%, al 31 dicembre 2018, per altri l’ha ridotta al 50%.

Per quanto ci compete, ricordiamo che, dal 1° gennaio 2018, la detrazione è pari al 50% per le spese d’acquisto e posa in opera di finestre con infissi e schermature solari.

Gli interventi di risparmio energetico sono importanti per aumentare la certificazione energetica, quindi il valore del proprio edificio, poiché si abbatte la dispersione di calore e si ottimizzano i costi di condizionamento in generale.

Sostituendo le finestre con infissi e schermature solari si riduce il fabbisogno energetico per il riscaldamento, si migliora la qualità termica dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive d’infissi), con conseguente aumento del benessere ambientale.

 

Non esitare a metterti in contatto con noi per qualsiasi informazione.

Vieni nel nostro punto vendita, aperto anche il sabato mattina, dove personale specializzato saprà darti il giusto supporto.

Post recenti